Tutto pronto per la partenza ufficiale (ore 18) e la prova spettacolo “Voltois” (ore 18:14)

Ampezzo (UD), 2 luglio 2016_ Ordine di partenza invertito, primi a partire gli “storici” Vigna-Buzzi su Fiat 127 e Muradore-Iacolutti su Ford Sierra Rs Cosworth. Verificati 89 concorrenti. Peccato per Chemin-Zanier (n.32) costretti a disertare causa problemi di macchina.

Il paese pian piano si sta riempiendo di gente. Tifosi, curiosi, appassionati, grandi e piccini, una piccola folla festosa che ha già fatto sosta nei chioschi. Partenza ufficiale in piazza Zona Libera 1944 alle ore 18:00. Dieci metri e svolta a sinistra, altri trenta e svolta a destra, altri trenta e arco gonfiabile per lo start della PS1 “Voltois”, ore 18:14. Tuffo in discesa, tornanti a gogo, passaggio sul ponte del fiume Lumiei, risalita con tornanti e controcurve fino all’abitato di Voltois. Fare attenzione alle prescrizioni di sicurezza, osservare le indicazioni dei commissari di percorso e divertirsi senza esagerare…

 

Carnia, il sabato del villaggio

Fila ordinata alle verifiche sportive, tra pacche sulle spalle e amichevoli prese in giro

Ampezzo (UD), 2 luglio 2016_ Par di vederla, in fondo alla strada, se solo ti allontani un pezzettino dal museo di palazzo Unfer: La donzelletta vien dalla campagna, in sul calar del sole, col suo fascio dell'erba; e reca in mano un mazzolin di rose e di viole, onde, siccome suole, ornare ella si appresta dimani, al dì di festa, il petto e il crine”.

Ah Leopardi, cosa potrai mai fare a questi rallisti duri e puri che pensano solo ai motori, a derapate e controsterzo, a come tagliare senza guai sulle curve e i tornanti delle prove speciali… Eppure c’è anche in loro quest’allegria da sabato del villaggio, l’attesa di una festa che già comincerà stasera e finirà domani.

Certo “questo di sette è il più gradito giorno, pien di speme e di gioia: diman tristezza e noia recheran l'ore, ed al travaglio usato ciascuno in suo pensier farà ritorno”.
Al pessimismo viscerale del poeta si può opporre la gioia ruspante di una sfida rombante (guarda il caso di una rima baciata) che farà vincitori e vinti, dando comunque l’occasione di una rivincita.
In fila ordinata alle verifiche sportive, piloti e navigatori si danno pacche sulle spalle, si prendono amichevolmente in giro, sorridono, scherzano e giocano ai pronostici.
Fra un paio d’ore si farà sul serio e sarà comunque spettacolo, con l’abbraccio affettuoso di Ampezzo in festa!

Carnia felix con il Rally che abbraccia il territorio

La vice sindaco Lorena Di Centa: “Questo evento va oltre il fatto sportivo e diventa festa popolare” 

Ampezzo (UD), 1 luglio 2016_ “Luglio, col bene che ti voglio…” è appena iniziato e porta in dote il 3° Rally della Carnia, in scena domani e domenica ad Ampezzo e dintorni, ma già oggi pulsante di attività con la seconda giornata dedicata alle ricognizioni autorizzate sul percorso (la prima è stata sabato scorso) e gli ultimi preparativi del comitato organizzatore. 

“Siamo pronti e pimpanti” annuncia trionfale Matteo Bearzi, leader della squadra congiunta formata da Carnia Pistons e North East Ideas: “Il nostro impegno è stato ampiamente ripagato dall’ottimo numero di iscritti, dalla partecipazione di ben dieci equipaggi stranieri, un vanto per la gara. Sento il dovere di ringraziare calorosamente le Amministrazioni comunali per la disponibilità accordata, per la collaborazione negli allestimenti delle prove, per la pulizia delle strade, per il coinvolgimento delle Forze dell’ordine”.



Il rally come una festa popolare che abbraccia in primis l’abitato di Ampezzo, ma anche Enemonzo, Lauco, Socchieve, Tolmezzo e, nei trasferimenti, pure Sauris e Villa Santina. 


“Il rally ha portato visibilità al paese – sottolinea Lorena Di Centa, vicesindaco di Ampezzo con delega allo sport – e generato un afflusso importante di appassionati. Siamo contenti del rapporto che si è instaurato con gli organizzatori, un aiuto reciproco per promuovere il nostro territorio. Questo evento va oltre il fatto sportivo e diventa festa popolare. In particolare la prova speciale di apertura che dal centro di Ampezzo arriva alla frazione di Voltois, costituisce un richiamo irresistibile per tanta gente che poi rimane qui a far festa fino al mattino. Tutta la cittadinanza, attraverso la Protezione civile, la Pro loco e le varie associazioni, si prodiga per la migliore riuscita dell’evento, con gli esercenti che tengono aperti i chioschi durante la “notte bianca” mentre i proprietari delle case che si affacciano sul percorso consentono libero accesso ai cortili per seguire da vicino le auto in gara. E per non farci mancare nulla, ci sarà pure l’elezione di “Miss Grand Prix” e un maxi schermo dove poter seguire la partita dell’Italia contro la Germania”.

Carnia, “gimmefive”!

COMUNICATO STAMPA N.8 - Download PDF

Domani ricognizioni, sabato aperitivo spettacolo, domenica il cloù

Ampezzo (UD), 30 giugno 2016_ Spazio ai pronostici dopo la pubblicazione dell’elenco iscritti. Chiacchere amene con qualche fondamento, il gusto dei “ragionamenti da bar” applicati al Rally della Carnia n. 3, sotto la lente d’ingrandimento del Messaggero Veneto che ci ha fatto oggi l’onore di un’apertura nella cronaca sportiva. Intanto una precisazione: la numerazione dei concorrenti è competenza di Aci Sport, che ha assegnato il numero 5 anziché l’1 a Paolo Porro con la Ford Fiesta Rrc. Nulla da rimbrottare a Luca Vicario su Peugeot 208 T16, prescelto come battistrada dalla Federazione. Ma il curriculum del comasco dice che nel 2013 ha vinto il Trofeo Asfalto e che da tre stagioni è uno dei protagonisti del Campionato Italiano Wrc. ‘GIMMEFIVE’.

Logico quindi indicare Porro come principale favorito per la conquista del Carnia 2016, seppure messo nel mirino da Vicario, Venicio Toffoli (Citroen Ds3 Evo), Paolo Camerotto (altra Peugeot 208 T16) e dall’austricao René Zweibrot (Ford Fiesta R5). Una cinquina di candidati al vertice con outsider Alberto Martinelli (Peugeot 207 S2000). QUARTIERI ALTI. Fuori dalla zona “top” ci sono comunque dei “big” che potrebbero entrare nella “top-ten”, prendendo a riferimento i valori emersi al Rally di Maniago d’inizio giugno. Cominciando dal vincitore della sfida dei “coltelli”, Dimitri Tomasso (Renault Clio S1600), primo al Carnia 2014, che ritrova come avversari Filippo Bravi (Clio R3C), Alberto Feragotto (Peugeot 206 S1600) e Marco Zannier (Renault Clio Williams).

Buone chance anche per Federico Tagliapietra (Citroen Ds3). LOTTA DI CLASSE. Una decina le vetture R2B e chissà mai se le Renault Twingo di Manuel D’Inca e Christian Chemin sapranno castigare le rivali Peugeot 208 e Citroen C2. Dieci anche in A7 con Zannier fuori portata. Una “sporca dozzina” in N3 con le Clio Rs di Fabio Soravito e Marco Marchiol a duello con le Honda Civic Type R di Michele Buiatti e Mattia Targon. Classe più numerosa al solito la N2 (19) dove Giorgio Anderloni vestirà i panni della lepre.

NOTTE BIANCA. Gli organizzatori la sparano grossa: “L’evento più atteso dell’anno nell’alto Friuli”. Ma provare per credere. Sabato dopo il crono spettacolo di Voltois con accesso gratuito al pubblico (start primo concorrente alle 18:14), spazio alle libagioni e alle bevute nei fornitissimi chioschi enogastronomici in piazza ad Ampezzo. E coi “lumaconi” al mattino di domenica si assisterà alle altre 8 ps del rally.

Ampezzo, Carnia. Dove il Rally è di casa

COMUNICATO STAMPA N.7 - Download PDF

Terza edizione con 92 iscritti e un favorito: Porro su Ford Fiesta Rrc
Vicario e Toffoli outsider. Il “discesista” Zweibrot in vena di sorprese
E in lizza c’è pure un equipaggio svedese con una vecchia Seat Ibiza

Ampezzo (UD), 30 giugno 2016_ Vigilia di festa per il Rally della Carnia, dato il record di iscritti (92) ottenuto dalla terza edizione. Corsa valida per il Campionato regionale Aci sport e Trofeo Renault, con numerosi “ospiti” importanti a cominciare da Paolo Porro e la sua Ford Fiesta Rrc che avrà il numero 1 sulla livrea. Il driver comasco è uno dei protagonisti del campionato Italiano Wrc assieme al navigatore friulano Paolo Cargnelutti: “Abbiamo scelto di regalarci una gara senza stress di classifica, pensando solo a divertirci in un contesto bellissimo e amichevole, portando con noi le famiglie”. Buoni propositi, ma poi quando si accenderanno i motori sarà sfida vera perché gli avversari non staranno certo a guardare. Temibili Luca Vicario e Paolo Camerotto al volante di performanti Peugeot 208 T16, idem Venicio Toffoli con una Citroen Ds3 Evo. Più defilato Alberto Martinelli perché la Peugeot 207 S2000 non è parimenti competitiva, mentre una vera mina vagante è l’austriaco Renè Zweibrot su Fiesta R5. L’allenatore della squadra tedesca di discesa libera un paio d’anni fa ha dato sfogo alla sua passione motoristica esordendo nei rally. Solo quattro gare finora, ma dimostrando già notevole confidenza di guida e un piede destro pesante. Il Carnia rappresenta il suo debutto ufficiale in Italia, dove conta tanti amici frequentando quando può anche lo stadio Friuli per tifare Udinese.

Tra le curiosità dell’appuntamento di Ampezzo c’è pure la presenza di un equipaggio svedese, composto da Daniel Ernstedt e Henrik Hamberg, con una Seat Ibiza che non darà loro molte chance in Classe A7 dove si annuncia mattatore il pordenonese Marco Zannier su Renault Clio Williams.

PROGRAMMA. Si comincia domani con le ricognizioni autorizzate sul percorso dalle 9:30 alle 18:30. Sabato dalle 12 alle 16 le verifiche sportive presso il museo in piazza; dalle 12:30 alle 16:30 le verifiche tecniche in via Nazionale di fronte all’Hotel Colmajer. Alle 18 la partenza ufficiale e alle 18:14 la prova speciale spettacolo “Voltois” (2,20 km) con start proprio dal centro di Ampezzo. Domenica tre passaggi sulle ps di “Feltrone” (4,99 km, start ore 8:57, 12:34, 16:01) e “Passo Pura” (13,50 km, start 10:32, 14:09, 16:32), due su “Fusea – Lauco” (12,25 km, start 9:38, 13:15). Rientro in piazza Zona Libera 1944 per la cerimonia di premiazione con inizio alle 17:30.